Revisione Contabilità


La legge di riforma del condominio ha attribuito all'assemblea dei condomini la facoltà di nominare “un revisore condominiale che verifichi la contabilità del condominio”, anche per più annualità specificamente indicate.

La nuova figura è prevista dall'art. 1130-bis c.c., introdotto dalla legge n. 220/2012 per disciplinare in maniera specifica e chiara la contabilità condominiale colmando una lacuna legislativa in materia.

Lo scopo perseguito è quello di tutelare i condomini sia in termini di trasparenza e correttezza dei bilanci, sia anche in termini di maggiore coinvolgimento nella verifica dei conti condominiali. La nomina non deve necessariamente presupporre il dubbio di qualche irregolarità contabile, la motivazione può essere di qualsiasi natura, anche una semplice verifica della gestione.

La revisione condominiale consiste nello svolgimento di attivita' utili ad esprimere un giudizio di attendibilita' della contabilita' condominiale e di conformita' normativa/contrattuale dell'attivita' di gestione condominiale correlata, attraverso l'esame tecnico dei documenti di supporto.

L'obiettivo della revisione condominiale e' potere fare esprimere al revisore un giudizio circa l' attendibilita' del rendiconto condominiale redatto dall'amministratore durante il periodo di amministrazione, prima dell'approvazione del rendiconto, dopo l'approvazione del rendiconto.

seguici su Facebook